Superare lo stress da rientro: tutti i consigli

Scopri tutti i consigli e segreti per combattere lo stress da rientro e riiniziare dopo le ferie eliminando la stanchezza e la spossatezza.
Lo stress da rientro dalle vacanze e dalle ferie è un senso di malessere, di disagio e di “depressione” che si ha quando si ritorna al lavoro oppure a scuola. Non è da considerarsi come una vera e propria patologia, ma al contrario, è una condizione momentanea in cui si percepisce una mancanza di energia identificabile con stanchezza, lieve depressione, malinconia, preoccupazione per il ritorno alla routine lavorativa o scolastica. Tuttavia, può causare problemi nell’affrontare il quotidiano e può causare disagio soprattutto nelle prime settimane. Con piccole accortezze è possibile comunque affrontare al meglio la situazione e riprendersi in breve tempo, così da poter ricominciare l’attività lavorativa o scolastica con serenità.

Stress da rientro


Stress da rientro: sintomi principali



Lo stress da rientro è un disturbo molto comune, soprattutto nei periodi di relax particolarmente lunghi, come le ferie estive, che consentono di “staccare la spina” e non pensare più ai tantissimi problemi che possono esserci in una classica giornata lavorativa. Lo stress da rientro si può manifestare in diversi modi, come stanchezza, eccessiva irritabilità, senso di inquietudine, incapacità di rilassarsi, ansia e spossatezza. Chi soffre di stress da rientro accusa quindi una sorta di malessere generale che è accompagnato da astenia, propensione alla noia e sbalzi di umore repentini.

Stress da rientro


Come superare lo stress da rientro



Alcuni piccoli accorgimenti potrebbero essere utili per evitare di imbattersi in questo tipo di stress. Una regola fondamentale è senza dubbio dormire bene. Bisogna infatti evitare di passare bruscamente da 8-10 ore di sonno estive alle 6-7 del periodo lavorativo, allontanando i problemi di insonnia con un bagno caldo la sera o con una tisana. È necessario inoltre che l’organismo si abitui con gradualità al rientro, e quindi pianificare il ritorno qualche giorno prima evita l’impatto brusco di dover andare a lavorare o di affrontare subito i ritmi cittadini. Se le ferie sono state molto attive è opportuno continuare a fare attività fisica. Importante è stare alla luce del sole, poiché quella artificiale dell’ufficio può creare una situazione di stress al corpo e alla mente. Importantissimo è affrontare la giornata con uno spirito positivo, prendendo delle pause durante la giornata (come ad esempio 15 minuti ogni due ore) per riattivare la circolazione e riposare gli occhi. Finché il tempo lo consente, è opportuno dedicarsi un weekend di relax con la famiglia. Se lo stress è tanto, farsi trascinare dalle proprie passioni e dai propri hobby potrebbe essere la soluzione ideale. L’entusiasmo di praticare un hobby consentirà di ritrovare le giuste energie.

L’alimentazione ideale per affrontare il cambiamento



Se durante le vacanze c’è stato qualche peccato di gola, ora è il momento di riprendere una dieta corretta. Il cervello ha infatti bisogno di tornare a carburare al massimo. È possibile usare il rientro dalle vacanze per riequilibrare l’alimentazione con cibi ricchi di sali minerali, vitamine e antiossidanti che consentono di contrastare i radicali liberi. Anche tornare ad orari regolari per i pasti è un fattore importantissimo per la ridurre lo stress e affrontare la nuova stagione. La colazione è il pasto più importante perché consente di assumere la giusta carica per affrontare la giornata. Bisogna inoltre ricordare di concentrare la maggior parte delle calorie nella prima parte della giornata evitando però dei cibi che sono troppo conditi, salse e fritti. Frutta e verdura possono essere assunti in grandi quantità, magari in 5 piccoli pasti giornalieri. Idratare il corpo è molto importante, e anche concludere la giornata con una cena leggera.

stress da rientro 3


Trasformare lo stress in energia



Se si riesce a trasformare lo stress di rientro in energia, allora il gioco è fatto! Per il benessere fisico e mentale è importante seguire dei piccoli accorgimenti e dedicarsi qualche piccolo momento di relax. Il primo punto fondamentale è riallacciare delle relazioni positive soprattutto con i colleghi, che sono le persone con cui alla fine si trascorre la maggior parte della giornata. Trascorrere con loro dei momenti di pausa e fare qualche chiacchierata divertente è un ottimo antistress. È importante, inoltre, cominciare la routine lavorativa riordinando l’ambiente in cui si lavora, così da sprigionare un effetto positivo sull’umore. È fondamentale organizzare il lavoro e pianificare degli obiettivi in modo da sapere dettagliatamente cosa fare, rientrare nei tempi ed evitare l’ansia di dimenticare qualcosa. Per i primi giorni dopo il rientro è importante non trattenersi oltre l’orario di lavoro, così da potersi adattare meglio ed evitare che fin dall’inizio ci si trovi catapultati in ritmi nuovi e stressanti.